Home » Nullità del contratto di c/c per mancanza di forma scritta

Nullità del contratto di c/c per mancanza di forma scritta

Con sentenza n.5609 del 7 marzo 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito la nullità di un contratto di apertura di c/c per mancanza di forma scritta ex art.117 TUB

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Con sentenza n.5609 del 7 marzo 2017, la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha stabilito che "la mancanza di forma scritta per il contratto di apertura del conto corrente ..... dovrebbe comportare la nullità dell'intero rapporto ai sensi dell'art.117, commi 1 e 3, TUB con conseguenti obblighi restitutori di tutti gli interessi percepiti".

 

La Suprema Corte, inoltre, ha ribadito quanto già in precedenza sancito (vedasi sentenza n.11772 del 2002) circa l'estensione, anche alle cms, del divieto di capitalizzazione trimestrale.

commenti (0)
STUDIO VECCHI

STUDIO VECCHI