Home » Superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo fondiario

Superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo fondiario

Con sentenza n.6586 del 16.03.2018, la Corte di Cassazione afferma che il superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo determina la nullità del contratto.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Con sentenza n.6586 del 16.03.2018, la prima sezione civile della Corte di Cassazione, affermando un principio in parte nuovo, ha da un lato ribadito che il superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo fondiario determina la nullità del contratto ex art. 1418 C.C. - principio già affermato con precedenti pronunce - dall'altro ha riconosciuto la possibilità di conversione del rapporto in un ordinario finanziamento ipotecario, ove ne ricorrano i presupposti.
Peraltro, per la conversione del contratto nullo - continua la Corte - non è necessario l’accertamento della volontà concreta delle parti di accettare il contratto trasformato, occorrendo, invece, “la considerazione dell’intento pratico perseguito, cosicché il contratto nullo può convertirsi in altro contratto i cui effetti realizzino in tutto o in parte quell’intento”.

commenti (0)
STUDIO VECCHI

STUDIO VECCHI