Home » Usura del tasso di mora e incidenza degli oneri non connessi all'inadempimento

Usura del tasso di mora e incidenza degli oneri non connessi all'inadempimento

Il Tribunale di Catanzaro stabilisce che le verifiche dell'usura del tasso di mora vadano eseguite tenendo conto anche dell'incidenza degli oneri non connessi all'inadempimento.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Con ordinanza collegiale del 19.12.2016, il Tribunale di Catanzaro ha stabilito che ai fini della verifica della conformità alla normativa sull'usura del tasso di mora di un contratto di mutuo occorre tenere conto anche dell'incidenza, sul tasso, degli oneri non rconnessi all'inadempimento del mutuatario, oneri la cui incidenza è determinata dalla differenza tra il TAEG e il TAN del rapporto. Il Collegio  ha chiarito, inoltre, che ai fini della prefata verifica alcuna rilevanza assume l'eventuale mancato addebito al mutuatario di interessi di mora (ovverosia che il rapporto sia sempre stato in regolare ammortamento), assumendo rilievo unicamente il momento convenzionale.


Il dispositivo in commento non chiarisce, tuttavia, se l'usurarietà del tasso di mora determini la totale gratuità del rapporto ex art.1815 c.c. (con obbligo di ripetizione, da parte della banca, degli interessi corrispettivi eventualmente incamerati

commenti (0)
STUDIO VECCHI

STUDIO VECCHI